‘’’PREMESSA’’’

Buon lunedì a tutti. Anche oggi sono qui per raccontarvi la mia ultima lettura. Quando mi viene la voglia di shopping nessun riesce più a fermarmi. Sono davvero una maniaca dell’acquisto e di solito mi butto sempre sull’abbigliamento o le scarpe. Ma quando non trovo niente che mi soddisfa allora entro in libreria. Lì sono sicura che qualcosa da acquistare lo trovo sempre. Si vede che quel giorno non ero molto ispirata anche nell’acquisto di un romanzo così mi sono lasciata trasportare dai numerosi cartelli presenti da Feltrinelli con scritto 3 libri a € 9,90. Perché lasciarsi scappare una simile occasione? Così mi catapulto all’espositore e inizio la ricerca delle mie 3 letture. Sinceramente di tutti i titoli disponibili solo uno mi ispirava veramente, gli altri non li avevo mai sentiti nominare né per quanto riguarda il titolo e nemmeno l’autore. Ma alle offerte non so resistere così ho chiuso gli occhi e ne ho pescati due.

Già dalla copertina avevo capito che si trattava di romanzi romance. Io non sono una fan del genere ma ogni tanto quando sono triste o nei molti momenti di sconforto al lavoro mi piace rifugiarmi in qualcosa di tranquillo, qualcosa che scalda il cuore e questo genere di romanzi sono proprio l’ideale per il mio umore nero. L’amore mi mette sempre di buon umore, di qualsiasi amore si tratti. Questo genere di letture è molto semplice, il linguaggio usato è quasi elementare ma perdono tutto se riesce a strapparmi un sorriso anche piccolo piccolo. LA DISTANZA TRA ME E TE all’inizio però non mi aveva colpita più di tanto. Le prime pagine non erano riuscite a catturare la mia attenzione come altri romanzi rosa avevano fatto immediatamente ed ero un po’ delusa. Così ho continuato a leggere anche se un po’ scoraggiata e piano piano la storia ha iniziato a decollare. Devo dire che non è stato male leggerlo fino al finale.

Un libro per piacermi veramente deve iniziare ma soprattutto finire. Non amo i finali aperti che lasciano pensare a tutto e a niente allo stesso tempo. Mi piace arrivare alla conclusione delle cose che faccio ma soprattutto a quelle che leggo e non sopporto quando un romanzo lascia in sospeso tutto quanto. Soprattutto un romanzo rosa dove il lieto fine è quasi d’obbligo altrimenti perché classificarlo in quella categoria? Dopo metà libro avevo sempre il sorriso stampato sulla faccia per quanta tenerezza c’era e arrivata alle ultime pagine mi aspettavo davvero una conclusione degna di tutto il racconto… ma non sempre le aspettative sono la realtà e così stamattina ci sono rimasta malissimo quando ho girato la pagina credendo di trovarmi l’epilogo o qualcosa del genere e mi sono ritrovata ai ringraziamenti. Lo so ci sono molti scrittori che lasciano i finali aperti ma io li evito accuratamente perché per me una storia deve avere una conclusione.

Adesso vi racconto un po’ di trama così da spiegare meglio i miei pensieri…

‘’’LA TRAMA’’’

Il romanzo parte a Roma. Isabel Borgia ha ventinove anni, è alta, bionda, con un fisico da fare invidia ad una modella. E’ una donna seria, sposata e fedele ma non sembra molto felice. Tutta la sua vita è incentrata sul marito Mattia. Un uomo molto bello, che la riempie di regali e che non le fa mancare nulla, un uomo in carriera che vuole che sua moglie rimanga a casa a coltivare i suoi interessi tanto il suo stipendio basta e avanza per tutti e due. Però la priorità di Mattia è sempre e solo il lavoro. Sono quattro anni che Isabel sistema casa, fa la spesa, prepara cenette romantiche a cui Mattia a volte non partecipa perché è troppo impegnato. Ma Isabel sa benissimo come è fatto suo marito e si rende anche conto che nessun matrimonio purtroppo è perfetto. Per questo ha deciso di prendere un cane per farle compagnia: Frida a cui dedica tutto il tempo possibile. E’ la sua inseparabile amica, è il suo motivo di fuga e insieme partecipano alle gare di agility dog sparse in tutta Italia. Isabel non ha mai avuto molti amici, non crede molto nelle confidenze altrui ecco perché Frida la fa sentire meno sola.

Ci spostiamo a Torino. Andreas Keller è davvero un bel tipo. Il suo aspetto lo rende molto sexy, il suo lavoro di meccanico gli ha fatto formare un corpo davvero invidiabile e non ha paura di niente e di nessuno. Vive la vita come capita, non si aspetta mai nulla dal domani ed ama le cose semplici anche perché può permettersi solo quelle. E’ sempre stato un donnaiolo, non si è mai davvero innamorato e a trent’anni non crede che questo possa succedere anche se ha deciso di convivere con Regina. Non prova amore per lei ma nutre un profondo affetto e vede quanto lei lo ami quindi lui fa di tutto per non ferirla anche se Regina è davvero gelosa di qualsiasi cosa gli giri intorno. Anche lui adora i cani, ne ha avuti da quando era un bambino ed ora il suo fedele compagno è Ulisse con cui anche lui fa le gare di agility dog.

E’ proprio durante una gara che Isabel e Andreas si scontrano nel vero senso della parola. Ma questo primo momento tra i due non è certo dei migliori. Isabel in qualche modo si sente subito minacciata dalla sua presenza ma soprattutto dal fatto che prova una specie di attrazione per lui, cosa che non aveva mai sentito per nessuno. Andreas invece la classifica immediatamente come una smorfiosa ricca che sfodera il meraviglioso anello di matrimonio solo per vantarsi di fronte agli altri. Purtroppo per Isabel la gara non è delle migliori. Mentre sta correndo con Frida le si slaccia una scarpa e cade. Fine dei giochi mentre Andreas è arrivato alla medaglia di bronzo con Ulisse. Isabel non riesce a trattenere le lacrime che Andreas cerca con qualche battuta di placare ma lei rimane sempre fredda nei suoi confronti.

Al ritorno a casa Isabel si accorge di avere un messaggio di Andreas su Facebook. E’ davvero combattuta, non usa spesso i social e comunque rimane una donna felicemente sposata, ma decide di rispondergli almeno per cortesia. Iniziano così uno scambio di battute che piano piano si trasformano in amicizia e forse anche in qualcosa di più….

‘’’IL MIO PARERE’’’

Forse mi ripeto un po’ ma sono rimasta delusissima da questa lettura. Doveva avere un finale e non lasciare tutto in sospeso. Sono ritornata indietro nel tempo con questo romanzo. Anch’io prima di conoscere mio marito avevo uno scambio interminabile di messaggi con lui soprattutto perché lavorava lontano tutta la settimana, anch’io aspettavo con ansia di poterlo vedere e alcuni dei dialoghi tra Isabel e Andreas assomigliavano proprio ai nostri. Ed è forse per questo che volevo che il romanzo si concludesse con dei bei fuochi di artificio e non lasciando immaginare al lettore cosa possa succedere.

E’ un romanzo rosa quindi deve piacere il genere ma si legge davvero in pochissimo tempo. Molte pagine sono occupate da messaggi di facebook e quindi la lettura è anche meno pesante. Il linguaggio usato è semplice ma anche l’autrice è molto giovane potrà sempre migliorare con il tempo! Il tema trattato era davvero molto carino e l’amore per gli animali è un punto in più a favore di tutta la narrazione. Mi è quasi venuta voglia di adottare un cucciolo anch’io ma poi dovrei lottare con il marito che non è d’accordo uffa… Consigliarlo? Sono indecisa…io mi sono arrabbiata e ci sono rimasta malissimo per il non finale ma c’è anche chi apprezza queste scelta quindi lascio a chi mi legge la scelta.. le mie ragioni le ho dette adesso aspetto qualche commento da chi l’ha letto e la pensa diversamente da me!!! Spero di avervi aiutati nella scelta della vostra prossima lettura. Un abbraccio Romina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...